MIELI 2009
Colza aka Brassica napus
I Mieli

La Colza ha un fiore generalmente di un giallo vivo, ma esistono alcune varietà dal fiore bianco. La sua pianta è coltivata in funzione della produzione dell'omonimo olio in tutto il mondo. In Italia è abbastanza comune nella Pianura Padana, ove fiorisce in primavera. Generalmente la raccolta di questo nettare, non è salutata con inni di gioia dagli apicoltori, poiché la sua fioritura incrocia quella dell’acacia, che ne può essere “macchiata”.

Questo è un miele solitamente negletto, un brutto anatroccolo, snobbato dai più, per il suo odore, che ricorda quello del cavolo o a essere gentili un gorgonzola dolce. Il colore del miele cristallizzazo è di un bianco latte. Se al naso il miele di colza non è propriamente elegante, quanto mai sulfureo, all’assaggio riserva una fresca sorpresa, avvolgendolo in note dolci e mentolate il palato. Il miele di Colza è molto ricco di glucoso e gerneralmente critallizza nel favo in poco più di 10-15 giorni, rendendone difficle la successiva estrazione. D'altro canto per la sua fine cristallizzazione è utilizzato a volte come "seme" per la cristallizzazione guidata. Questo miele, a causa delle sue caratterische organolettiche, in rari casi trova posto in vaso sugli scafali e più spesso viene unito ad un millefiori. Il suo essere così estremo, lo rende un testimone scomodo, dell’incredibile pluralità dei mieli. Per molti una nota fuori dal coro per Madre Natura un figlio dei fiori. 

 
‘Ohi’a Lehua - Metrosideros polymorpha
I Mieli
 
Il fiore di Ohi’a Lehua Blossom cresce unicamente nelle Hawaii. Secondo la leggenda Hawaiana Lehua era una bellissima fanciulla, che fu trasformata in fiore dagli dei buoni dell’isola per riunirla con il suo amato Ohi’a. Il giovane era stato trasformato in albero (Ohi’a) dal cattivo e geloso dio Vulcano, che avrebbe voluto solo per se la bella Lehua. Si dice che raccogliere il fiore di Lehua porti la pioggia, che sono le lacrime di dolore della fanciulla allontanata dal suo amore Ohi’a. Questo arbusto cresce principalmente sulle pendici del vulcano Mauna Loa ed il suo legno ha proprietà ignifughe, che gli permettono di sottrarsi all’ira del geloso dio Vulcano. La fioritura ha luogo nel periodo tra Maggio e Luglio. Il miele di Ohi’a Lehua tende a cristallizzare direttamente in favo, non appena le api lo depositano nelle cellette. La sua consistenza e fine e cremosa ed ha un colore nocciola chiaro con dei riflessi dorati. Al naso è ha un delicato profumo floreale, mentre al palato è di media dolcezza e ricorda una caramella al latte. Nota curiosa: la Häagen-Dazs produce un ricercato gelato con questo particolare miele, reperibile unicamente nei confini del Nord America.